IL NOSTRO TEAM

Guida Fabio Marguerretaz - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Fabio Marguerretaz

Guida Ambientale Escursionistica

Mi chiamo Fabio e ho la fortuna di aver trasformato in lavoro alcune mie passioni. Un diploma in perito agrario seguito da una laurea in Scienze Forestali e ambientali mi hanno formato in un campo che si sposa perfettamente con il luogo dove sono nato e vivo, la Valle d’Aosta. Da ragazzo volevo diventare maestro di snowboard ma non ero abbastanza spericolato e ai trick ho sempre preferito le curve large. Sono così anche nella vita e nella professione, concreto, serio, posato. Anche l’amore per la musica lo dimostra: per non dover ballare ho iniziato a suonare vari strumenti , così ballavano gli altri!

Dopo la laurea ho fatto esperienza in studi forestali e ho vissuto quell’avventura che si chiama ricerca scientifica e monitoraggi collaborando con Regione Valle d’Aosta, Università dell’Insubria e in particolare con il Museo regionale di scienze naturali della Valle d’Aosta. Ho avuto a che fare con lepre variabile, rapaci notturni, libellule, tritoni e altri indicatori di biodiversità all’interno delle aree protette valdostane.

E’ proprio condividendo l’avventura della ricerca in campo scientifico che è maturata con un gruppo meraviglioso di amici-colleghi il desiderio di diventare guida.

Sono guida ambientale escursionistica da oltre 10 anni e guida di MTB e guida cicloturistica da 3 anni, specializzato in e-bike (uno dei primi a farlo qui in Valle d’Aosta, su mezzi che parevano prototipi!). Per me accompagnare a piedi o in bicicletta significa portare alla scoperta di luoghi dove paesaggio, natura, storia e tradizioni creano alchimie uniche e meravigliose. Non è tanto importante la prestazione fisica e la performance atletica quanto piuttosto l’esperienza a ritmo lento che arricchisce e apre nuovi orizzonti di scoperta.

Durante i miei tour ci si ferma spesso: ci sono così tante cose da osservare, spiegare …e fotografare! E qui mi scatta (è proprio il caso di dirlo!)  il bisogno di soffermarmi un attimo sulla fotografia, un’altra grande passione. Ho iniziato scattando foto durante le gite da ragazzo, poi la fotografia è diventata strumento di lavoro e ho scoperto che ritrarre la natura nelle sue tante forme aveva una grande  fascinazione. Animali soprattutto, con tutto il rispetto e la discrezione che la fotografia naturalistica richiede e che secondo me amplifica ancora questa passione.

Sono nato vicino ad Aosta, un valdostano di quelli con la Z finale nel cognome e credetemi che in Valle d’Aosta è un plus! Figlio unico, ho presto capito che dovevo volare via: già a 14 anni ho piantato in asso i miei genitori per frequentare un istituto agrario fuori valle che forniva una preparazione che fra le mie montagne non avrei trovato.

Da li non sono più tornato a occupare la mia cameretta perché sono passato direttamente all’università a Torino. Volevo diventare veterinario, poi ho ripiegato su biologia e infine ho trovato la mia strada, laureandomi in Scienze Forestali e ambientali.

Sono finalmente tornato per restare in Valle d’Aosta con una laurea in tasca e una compagna di corso che da Torino mi ha seguito diventando moglie e collega. Con lei ho iniziato a dare forma al futuro.

Qualche anno di collaborazione presso studi forestali mi hanno insegnato molto, ma soprattutto che non era chino su carte e computer che volevo passare le mie giornate. Molto meglio quando ho iniziato a fare ricerca scientifica sul campo, con un soggetto davvero sfidante, la lepre variabile! Questo esserino invisibile, timido e sfuggente mi ha tenuto compagnia per infinite sessioni di radio tracking e transetti per capire il suo areale e la sua distribuzione. Conservo ricordi incredibili di questa esperienza: albe sulla neve immersi nel silenzio della natura, cacche di lepre in frigorifero, nottate alla radio per captare il segnale degli esemplari monitorati.

Qualche anno dopo dalla lepre passo ai rapaci notturni e la poesia si rinnova: civette e  gufi hanno riempito serate su serate a camminare in assoluto silenzio per i boschi. Udire il loro richiamo che echeggia nel buio assoluto era una scarica di emozione pura.

Quando sono entrato a far parte dello staff tecnico-scientifico del Museo regionale di scienze naturali della Valle d’Aosta la ricerca scientifica è diventata il mio pane quotidiano: la conoscenza, conservazione e divulgazione della biodiversità è stata la mia missione per oltre 5 anni a braccetto con la struttura aree protette della Regione Autonoma Valle d’Aosta. Che dire…5 anni formativi, stimolanti che hanno radicato in me una serie di cardini professionali e umani che sono ancora oggi ben saldi. Da allora libellule, tritoni, fenologia alpina, reperti museali, divulgazione scientifica e altri argomenti spuntano fuori spessissimo nella mia vita.

Qui si è creato un gruppo affiatato di professionisti cementato da una amicizia dinamica e corroborante che ha saputo mantenersi e rinnovarsi anche quando la parentesi al Museo si è conclusa.

A questo punto della mia vita è uscito fuori uno slancio imprenditoriale potente. Sono diventato prima guida ambientale escursionistica, poi guida mineraria e poi ancora guida e maestro di MTB e guida cicloturistica specializzata in ebike.

Andiamo con ordine: fare la guida mi ha permesso di mettere a terra il bisogno di condividere e trasferire ad altri un bagaglio di conoscenze e passioni che da tempo chiedevano di essere messe in circolo. Con me si cammina lenti, con lo sguardo curioso e l’animo aperto alle emozioni…come fanno i fotografi! Già, perché la  fotografia ricorre spesso nelle mie attività. Da diletto adolescenziale è diventata strumento di lavoro e poi  passione vera. Dai paesaggi scattati frettolosamente durante le gite sono evoluto, ho studiato,  ho cercato gli strumenti per raccogliere istantanee soprattutto di quei soggetti che studiavo sul campo e che sono diventati protagonisti della mia crescita professionale e umana. La fotografa naturalistica dunque. Quella che ti fa uscire presto, appostare al freddo, pazientare all’inverosimile e magari tornare a casa senza foto significative. Quella che ti chiede rispetto, discrezione, misura per avere dall’animale il permesso (e il privilegio) di una immagine che ti parla di lui e del suo posto nella natura.

La specializzazione come guida mineraria ha aggiunto un altro tassello di competenze e  di raggio d’azione. Gestisco, con un gran lavoro d’equipe, le miniere d’oro di Brusson e accompagno alla scoperta di un patrimonio che fra gallerie, procedure di estrazione e storie di miniera, minatori caratterizza la Val d’Ayas.

E le due ruote? Ultimo traguardo raggiunto che corona un percorso intenso e impegnativo è il titolo di guida di MTB e guida cicloturistica.  Un sogno che si avvera. Amo la bici, amo far fatica su per i sentieri e poi godermi la discesa, e più ci sono ostacoli meglio è. Uso indifferentemente MTB e e-bike che conosco più che bene perché le monto da quando erano quasi prototipi e il motore elettrico era decisamente da domare!

Strada facendo, proprio progettando itinerari e  accompagnando per le montagne valdostane sia a piedi che in bicicletta, ho capito che con qualche  attenzione in più la gita diventa esperienza e l’esperienza porta emozione e la vita è fatta per emozionarsi.

Ho colto la sfida del turismo esperienziale. Non basta pedalare o visitare un luogo per apprezzarlo e capirlo, occorre smuovere la sfera emozionale, creare momenti che restano impressi nel ricordo in modo potente. Ecco allora che le attività che progetto e realizzo diventano esperienze con l’inserimento di elementi che generano emozione. Allora ragazzi è qui che ci si diverte! Stappiamo una bottiglia di Prié blanc durante una pedalata fra le vigne più altre d’Europa, raggiungiamo colli con panorami impareggiabili sul Monte Bianco, incontriamo personaggi di costume tradizionale, entriamo nella pancia della montagna dove sono conservate migliaia di forme di Fontina Dop….

Chi viene con me?

Incontra la Team

Guida Lolita Bizzarri - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Lolita Bizzarri

Guida Ambientale Escursionistica
Guida Pietro Ruggeri - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Pietro Ruggeri

Guida Ambientale Escursionistica
Guida Loris Sartore - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Loris Sartore

Guida Ambientale Escursionistica
Guida Elisabetta Bottinelli - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Elisabetta Bottinelli

Guida Ambientale Escursionistica

Ultimi Articoli

Viaggi 2025 - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Catalogo Viaggi 2025

Notturna sotto le stelle - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Escursioni Guidate a Piedi – Notturna Sotto le Stelle

Erbe in campo - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Erbe in Campo

Lupi e cani da protezione 2024 - Guide Trek Alps - Viaggi Natura nel Mondo

Lupi e Cani da Protezione