Il cammino dei borghi silenti - Guide Trek Alps - Viaggi Natura in Mondo

Il cammino dei borghi silenti

A spasso per l'Umbria meno conosciuta

Cinque giorni alla scoperta dei borghi più piccoli e meno conosciuti dell’Umbria. Un’immersione totale, fisica e spirituale, nel silenzio di quello che è definito il cuore verde d’Italia. Un viaggio che, come una macchina del tempo, ci riporterà indietro nel passato e ci metterà in contatto diretto con la natura e i suoi ritmi, perché sì, anche negli anni Venti del 21esimo secolo si può ancora vivere un presente ricco di passato!

  • 5 giorni

  •  490

  • Escursionistica

  • mass 10

  • 25 Settembre - 29 Settembre 2021

    e Su Richiesta

Il cammino dei borghi silenti - A spasso per l'Umbria meno conosciuta

Fuori dai percorsi turistici più conosciuti dell’Umbria, alla scoperta di paesaggi incantevoli e paesini meravigliosi: questo è il Cammino dei borghi silenti che si sviluppa in quell’area che si estende a cavallo dei Monti Amerini la cui bellezza e il cui fascino sono noti solo a pochi. É un’area dove natura, storia, cultura e gastronomia si intrecciano in un danza di paesaggi, sapori ed odori che difficilmente si possono trovare altrove. C’è poi un’altra componente di cui oggi tendiamo a dimenticarci il valore: il silenzio.

La posizione strategica, distante dalle principali direttrici stradali, lascia il rumore del traffico lontano; i borghi, piccoli, completamente ristrutturati, sono abitati da poche persone la cui semplicità ed umiltà crea un’atmosfera di altri tempi con ritmi di vita a noi ormai sconosciuti e, a volte, difficile da comprendere o solo immaginare. Il silenzio sarà rotto soltanto dal canto degli uccelli, dallo scorrere dell’acqua, dai nostri passi e dai racconti che, se ci dimostreremo pronti ad ascoltare, la gente del posto non si tirerà indietro dal regalarci. Ecco quindi che “il Cammino è rivolto soprattutto a chi saprà farsi tutt’uno con il paesaggio e la storia che lo circonda, immergendosi nel silenzio ancestrale dei vicoli medievali baciati dal sole e nei grandi spazi che si aprono di fronte agli occhi” di chi lo percorre, come scrive l’ideatore di questo Cammino.

Attraverseremo 13 borghi medievali perfettamente ristrutturati e ancora abitati, talvolta soltanto da una decina di persone, e boschi di latifoglie popolate da animali invisibili agli occhi di molti, ma che la nostra guida saprà farvi vedere attraverso le tracce che lasciano al loro passaggio. Cammineremo su facili creste da cui lo sguardo potrà spaziare dall’Umbria alla bassa Toscana, dall’Appennino umbro-marchigiano al Terminillo e al Gran Sasso. E a fine giornata, le nostre emozioni saranno al completo di fronte ai piatti tipici umbri che ci inebrieranno con il loro profumi e sapori!

Quota

Numero min/max di persone ammesse: Termine iscrizioni XXXXX o ad esaurimento posti.

1 persona adulta euro 

Cos'è incluso ed escluso nel pacchetto
Che cosa è incluso in questo tour?
  • Guida Ambientale Escursionistica
  • Pernottamento in mezza pensione più pranzo al sacco per il giorno dopo
  • Quota Cammino?
Cosa non è incluso.
  • Bevande per i pasti (ad eccezione di caffè e/o tè per la prima colazione).
  • Le mance e tutto ciò che non è specificato alla voce “La quota comprende”.
  • Attrazioni turistiche e culturali eccedenti quelle riportate alla voce “La quota comprende”.
  • Escursioni con mezzi locali eccedenti quelli riportati alla voce “La quota comprende”.
  • Le mance e tutto ciò che non è specificato alla voce “La quota comprende”.
Struttura di Pernottamento

Tappa 1

TENAGLIE – MELEZZOLE  Verso la Valle Incantata

Incontro con la guida alle 08:30 a Tenaglie e partenza per la prima tappa che ci porterà fino a Melezzole dopo aver attraversato i primi tre borghi del nostro viaggio. É la tappa più lunga del cammino, ma con un discreto allenamento arriveremo fino alla fine senza quasi accorgercene.

Cena e pernottamento a Melezzole

 

Lunghezza: 27,4 km (con possibilità di accorciarla); Dislivello: salita 993 mt, discesa 722 mt; Difficoltà: media / difficile; Fondo: 75 % sterrato, 25% asfalto.

 

Tappa 2

MELEZZOLE – MORRE Infiniti orizzonti
Dopo un’abbondante colazione, zaino in spalla, affronteremo la seconda tappa che ci porterà fino al punto più alto del nostro viaggio prima con il Monte Croce di Serra, a poco meno di 1.000 metri di quota, e al punto più panoramico poi, con il Monte Melezzole. Scenderemo fino a raggiungere la suggestiva piazza di Morruzze per poi arrivare, in pochi minuti a Morre, punto di arrivo della seconda giornata di cammino. Cena e pernottamento a Morre.

 

Lunghezza: 17,2 km; Dislivello: salita 814 mt, discesa 884 mt; Difficoltà: media / difficile; Fondo: 95 % sterrato, 5% asfalto

 

Tappa 3

MORRE – CIVITELLA DEL LAGO Tormento ed estasi

Dopo colazione, ci prepareremo per affrontare quella che, forse, è la tappa più bella di tutto il cammino, quella più selvaggia, con scorci e paesaggi che ci porteremo dietro per tanto tempo anche dopo la fine della nostra esperienza. Da Morre scenderemo in un selvaggio bosco di latifolglie fino al suggestivo e spirituale Eremo della Pasquerella per poi risalire fino agli scavi archeologici di Scoppieto, l’ottavo borgo silente. Proseguiremo quindi fino a Civitella del Lago, nota fino a qualche anno fa come Civitella dei Pazzi (il perché lo scopriremo solo andando lì!) dove sosteremo per la cena e il pernottamento.

 

Lunghezza: 17,5 km; Dislivello: salita 716 mt, discesa 776 mt; Difficoltà: media / difficile; Fondo: 60 % sterrato, 40% asfalto

 

Tappa 4

CIVITELLA DEL LAGO – BASCHI I sentieri di Bacco

Dopo aver goduto della magnifica vista sul Lago di Corbara e pieni di energia dopo una buonissima colazione, saremo pronti ad affrontare la quarta tappa del nostro cammino. Questa è la giornata dedicata a due dei tanti prodotti tipici umbri: vino ed olio. Attraverseremo vigne ed oliveti che, nonostante siano parte di un paesaggio tipicamente antropico, saranno ben integrate in quello naturale. Arrivo a Baschi dove ci fermeremo per la cena e il pernottamento.

 

Lunghezza: 13 km; Dislivello: salita 282 mt, discesa 589 mt; Difficoltà: facile; Fondo: 70 % sterrato, 30% asfalto

 

Tappa 5

BASCHI – TENAGLIE Le colline del sole

L’ultima tappa del nostro viaggio si snoda, più degli altri giorni, tra natura e storia. Attraverseremo la Necropoli etrusca di San Lorenzo, dove sarà obbligatoria una sosta per fare un balzo nel passato e conoscere una piccola parte della vita e dalla morte di uno dei primi popoli che hanno abitato l’Umbria. Continuando nel bosco di caducifoglie arriveremo a Montecchio, l’ultimo borgo silente di recente inserito nella lista ei “Borghi più belli d’Italia”. Il viaggio sta giungendo alla fine, pochi chilometri ci separano dal punto di arrivo, lo stesso da cui pochi giorni prima siamo partiti. Ma sembrerà che sono passati degli anni, quegli anni che abbiamo ripercorso attraversando boschi e borghi carichi di storia!

 

Lunghezza: 16 km; Dislivello: salita 648 mt, discesa 481 mt; Difficoltà: media; Fondo: 65 % sterrato, 35% asfalto

FAQ
  1. Struttura di pernottamento e ristorazione
    • Agriturismo Il vallone – Melezzole
    • Agriturismo Cerqueti – Morre
    • Le casette di Gloria e Osteria Zio Cencio – Civitella del Lago
    • B&B Dimora Paolina e Osteria C’era una volta – Baschi

     

  2. Abbligliamento

    Necessari scarponcini da trekking, o scarpe robuste che tengano l’acqua, maglione o pile, giacca antipioggia, cappello, zaino almeno da 30-35 L, borraccia. Ricambi di calzini, magliette e pantaloni per i 5 giorni. Si consigliano vivamente bastoncini e macchina fotografica.

  3. Clima

    La primavera e l’autunno in Umbria offrono temperature tendenzialmente miti, tuttavia non è improbabile qualche piovasco o temperature più alte del normale.